Usura bancaria: la sentenza che ha fatto chiarezza sul tasso soglia. – Lc Consulting

Usura bancaria: la sentenza che ha fatto chiarezza sul tasso soglia.

usura_bancaria

Usura bancaria: la sentenza che ha fatto chiarezza sul tasso soglia.

L’ordinanza n.23192/17 della Corte di Cassazione ha messo un ulteriore freno all’usura bancaria. Chi ha acceso un mutuo bancario o ha richiesto un prestito, sa che alla somma da restituire vanno aggiunti gli interessi. Proprio in merito a questi ultimi, non è raro che si verifichino irregolarità e anomalie in fase di contratto, quasi mai evidenti al cliente. Ecco perché è sempre una buona pratica far effettuare una disamina dei documenti. Ma facciamo chiarezza sulla natura degli interessi.

usura_bancaria

INTERESSI CORRISPETTIVI E INTERESSI DI MORA

Colui che beneficia del prestito è obbligato a restituire non solo la somma ricevuta – il capitale – ma anche gli interessi corrispettivi ossia un ‘compenso’ che il creditore riceve a fronte del prestito elargito. Gli interessi corrispettivi sono sempre dovuti e vengono calcolati, salvo accordi diversi, in base al tasso legale d’interesse cioè in base a quanto stabilito dalla legge. Qualora si verificassero ritardi nei pagamenti del debito, scattano gli interessi moratori, un risarcimento al creditore a fronte del ritardo nella restituzione del capitale.

TASSO SOGLIA: QUANDO DIVENTA USURA.

I tassi di interesse prevedono per legge una soglia tesa ad evitare l’usura da parte delle banche. Molto spesso si sono verificati casi in cui gli interessi applicati sui mutui e finanziamenti hanno giocato a sfavore dei debitori, anche in virtù della confusione in merito al calcolo del tasso soglia. La svolta arriva il 4 ottobre 2017 con l’ordinanza 23192 emessa dalla Corte di Cassazione, la quale afferma esplicitamente che il divieto di stipulare interessi di qualsiasi tipo usurari comporta l’azzeramento di tutti gli interessi corrispettivi e moratori. La sentenza stabilisce che gli interessi moratori vanno sempre presi in considerazione al fine di valutare il rispetto della normativa antiusura e che l’usurarietà di questi all’atto della stipula comporta l’azzeramento degli interessi corrispettivi ancorché questi ultimi al momento della stipula siano inferiori al tasso soglia.

Hai acceso un mutuo o richiesto un finanziamento?

Contattaci per una valutazione gratuita del tuo contratto, ti aiuteremo a rilevare eventuali irregolarità.

Articoli correlati

usura-leasing

INTERESSI PAGATI IN ECCESSO: COME SI VERIFICA LA PRESENZA DI USURA NEI CONTRATTI DI LEASING

Tra le altre irregolarità di tipo legale e finanziario che possono nascondersi dietro un contratto di leasing, sicuramente l’usura rappresenta quella più insidiosa e minacciosa. Tale problematica si riscontra laddove il tasso applicato sia superiore al tasso soglia della categoria di riferimento e ciò avviene in spregio a quanto stabilito dalla normativa antiusura...

Continua

Comments ( 2 )

  • Nello cerasuolo

    Ho avuto un prestito dalla banca nazionale del lavoro per 53.oro euro nel 2010 e lo sto restituendo in 10 anni con 120 rate da 600 euro mensili che scadono a dicembre2020n

    • Administra

      Gentilissimo,

      molto interessante. Se ti interessa, parliamone!
      Chiamaci allo 0824/312705.

      Grazie